E il mio maestro mi insegnò come è difficile trovare l’alba dentro l’imbrunire

E il mio maestro mi insegnò come è difficile trovare l’alba dentro l’imbrunire

di Italo Maria Lopez

Come si sarebbe espresso Franco Battiato su la crisi ucraina nel Donbass? Esattamente come quarant’anni fa con la sua Prospettiva Nevski. Dire che Battiato sia stato un visionario e che le sue opere siano a distanza di decenni di sconvolgente attualità, è cosa nota a tutti, o almeno a chi legge curioso tra le righe. Ci troviamo nella strada principale di Pietroburgo-Leningrado, un grande viale dedicato ad Alexander Nevsky, sublime condottiero russo di epoca medievale. e che porta verso il fiume Neva, luogo dove si svolse la mitica battaglia sul lago ghiacciato. Occorre collocare il brano nell’ambientazione dell’Unione Sovietica degli anni venti, successivi alla rivoluzione d’ottobre. In quegli anni si respiravano guerre civili in molte delle repubbliche dello sterminato impero sovietico, sotto il controllo del bolscevico Lenin, a cui dopo la sua morte, seguì il georgiano Iosif Stalin. Qualcosa comincia a sembrarci familiare e a ricondurci ai nostri strani giorni, non trovate? Entriamo pure nei dettagli ora, se vi va. Un vento che come metafora amara, evocava raffiche di mitra su cumuli di neve, a disegnare le mitragliatrici delle guardie rosse bolsceviche sui gruppi dissidenti. Il paese è spaccato, siamo in piena transizione, ma la tradizione è ancora presente nelle vecchie coi rosari. Sta per arrivare la persecuzione stalinista contro le differenze e minoranze religiose, che aprirà le porte all’ateismo di stato, ma la tradizione resiste e quindi Seduti sui gradini della chiesa aspettavano che finisse messa e uscissero le donne. L’arte in tutte le sue forme deve essere russa, soltanto russa. Allora guardavamo con le facce assenti la grazia innaturale di Nijinsky, grande ballerino e stella del Balletto Russo, del quale viene ricordata anche la relazione con Diaghilev, impresario della compagnia. Stiamo vivendo un passaggio epocale, stanno mutando i tempi passati delle donne curve sui telai vicini alle finestre, per fare dell’Unione Sovietica una grande potenza economica e industriale, la Nep, nuova politica economica introdotta dal bolscevico Lenin. Ogni respiro doveva essere nazionalizzato, e chi non aveva uno sguardo affine, si trovava costretto ad abbandonare il paese, solo per puro caso un giorno nella prospettiva Nevski vi incontrai Igor Stravinsky, grande compositore russo che introdusse nella propria musica, nuovi e differenti impulsi, si trovò costretto ad abbandonare la Russia per palcoscenici occidentali. Il cinema doveva seguire la stessa traiettoria come un film di Ejzenstejn sulla rivoluzione.

Cardine della presa di coscienza era la cultura, quella concessa , solo quella concessa e verificata, meglio quindi studiare Chiusi in una stanza, la luce fioca di candele e lampade a petrolio, e quando si trattava di parlare aspettavamo sempre con piacere, parlare, un verbo di non semplice gestione negli anni della rivoluzione d’ottobre. Gli anni venti russi furono difficili, privi di liberi pensieri e veicolati da menti poco accondiscendenti, il mio maestro mi insegnò come è difficile trovare l’alba dentro l’imbrunire. Chi è il maestro? Non riesco bene a leggere dentro, sarà Vladimir Putin oppure George Ivanovictch Gurdjieff? Nel dubbio resto avvinghiato ai miei sentimenti, e mi tengo stretto il maestro a me più prossimo, Franco Battiato, uomo umile, prezioso e anacronistico. Non rimane che coltivare l’intima speranza che l’album Patriots nel lontano 1980 abbia raccontato giorni non più percorribili. Temo mio tenero e nobile maestro, che come sempre tu abbia visto oltre.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un’icona per effettuare l’accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: