Acqua e fieno

Un cane nero alza il muso e guaisce alle campane del paese. La chiesetta è bianca e la porta legnosa è serrata. Dentro anime mute ingoiano il meriggio. Fuori, corpi di bimbi colorano il tramonto. I miei pensieri attendono il sussurro della fontana notturna, profumata di fieno. Le stelle raggiungeranno presto il catino, immobili e fresche.

Italo Maria Lopez

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un’icona per effettuare l’accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: